La costruzione è rimasta sostanzialmente la stessa negli ultimi cento anni circa, ad eccezione del design e di nuove tecnologie occasionali o dell'introduzione di materiali più sicuri. Nel 1996, le cose sono cambiate con la certificazione Passive House, originariamente iniziata in Germania con il nome PassivHaus. Si concentra sull'utilizzo degli elementi naturali che circondano la casa, nonché su un design e una costruzione attenti per rendere l'edificio incredibilmente a basso consumo energetico. Poiché questa certificazione è un concetto di costruzione e non un marchio, i principi rimangono gli stessi in tutto il mondo mentre l'implementazione può variare. Le case passive possono avere un risparmio energetico per il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti fino al 90% degli attuali edifici tipici e oltre il 75% rispetto ai nuovi edifici (Passive House Institute). Ciò è vicino al consumo di energia netta zero, soprattutto considerando che il riscaldamento e il raffreddamento di un edificio sono ad alta intensità energetica.

apre il file IMMAGINE

Zero-Net Energy è un obiettivo per molti sviluppatori sostenibili in quanto si concentra sulla media della quantità di energia utilizzata da un edificio nel corso di un anno fino a zero. Quello che di solito sembra è un surplus energetico nei mesi più caldi e soleggiati e un deficit energetico nei mesi più freddi e nuvolosi. Naturalmente, ciò varia a seconda della posizione. PassiveHouse si sforza di raggiungere l'energia netta zero attraverso il "superisolamento" dell'edificio per intrappolare il più possibile calore ed energia al suo interno, orientando anche l'edificio verso il sole per generare calore passivo. Si concentrano anche sulla ventilazione di qualità per garantire che la qualità dell'aria interna dell'edificio sia sana e fresca.

Una volta che la casa è riscaldata, è importante mantenere il calore all'interno. Per ottenere ciò, le case sono super ermetiche, con ventilazione meccanica per mantenere la qualità dell'aria fresca e sana. Per mantenere intrappolato il calore, la casa è super isolata, il che significa che è isolata il più possibile, spesso superando il normale codice di isolamento. Inoltre è spesso dotato di finestre a triplo vetro per aiutare a prevenire le correnti d'aria e ridurre la perdita di calore intorno alle finestre.

apre il file IMMAGINE

Per alimentare l'energia meccanica e il sistema di ventilazione ad alta tecnologia, sul tetto sono installati pannelli solari. Questi riducono sostanzialmente la quantità di energia ricevuta dalla rete e generano energia in eccesso durante i mesi più soleggiati per aiutare la casa a raggiungere un consumo energetico nullo. Le luci a LED installate in tutto l'edificio aiutano ad abbassare il costo energetico dell'illuminazione.

Tutte queste misure contribuiscono a ridurre i costi energetici di riscaldamento e raffreddamento da bassi a zero.

Un ottimo esempio di casa passiva nella nostra zona è la Garfield House al Williams College. Costruito nel 1850, non sapresti mai che questa sala residenziale fosse diversa. La Garfield House è stata completamente rinnovata per includere una varietà di dettagli costruttivi innovativi che aiutano a sovraisolare l'edificio. Il Center for EcoTechnology ha aiutato con il processo, agendo in qualità di verificatore PHIUS (Passive House Institute United States), e ha ispezionato l'edificio e ha fornito consulenza ai team di costruzione e progettazione lungo il percorso.

apre il file IMMAGINE

Garfield House al Williams College

Se stai pensando di costruire la tua PassiveHouse, o stai cercando di rendere un'aggiunta alla tua casa il più efficiente possibile dal punto di vista energetico, possiamo aiutare! Il CET può aiutarti a determinare se la certificazione Passivhaus è un obiettivo realistico per il tuo progetto e quindi aiutarti a navigare nel processo di certificazione dall'inizio alla fine. CET offre un menu completo di servizi per migliorare le prestazioni degli edifici, che puoi trovare qui. Contattaci oggi per iniziare!